La bambina dalla veste gialla

Arianna aprì l’agenda seguendo con il dito il profilo più spesso di quella foto che avevano scattato insieme a Delhi, lei e Lucas. La bambina nella sua veste gialla era di una bellezza quasi adulta. Si era accorta subito di essere osservata mentre giocava con un bimbo più piccolo ai margini del cantiere lungo la strada. Baracche, tende, piccoli fuochi e operai come formiche, sempre in movimento. I loro bambini lì, poco distanti.

Ricordava di come Lucas avesse scattato decine di foto a quei bambini senza nemmeno inquadrarli davvero, cogliendo istanti di vita reali e allo stesso tempo spaventosi. Non c’era tempo di fermarsi a cercare lo scatto perfetto e, fotografando senza guardarli, non s’erano accorti del resto.
I bordi irregolari della foto, dove si sentiva ancora al tatto l’intervento delle forbici, le ricordarono che quella immagine era l’India intera. La mente tornò allo sgomento provato rivedendo gli scatti sullo schermo del portatile: poco distante dai bambini che giocavano, del tutto simile a un fagotto verde, un bimbo era sdraiato sul marciapiedi a faccia in giù. Niente, sotto di lui, a suggerire che fosse addormentato e che qualcuno l’avesse coperto per intero come a proteggerlo dal sole invadente. Solo il corpicino sul selciato, i piedini voltati verso l’interno erano l’unica cosa che usciva dal telo verde mentre a meno di un metro gli altri giocavano.

 

CHE LIBRO È?

12833224_1176095685748697_150047128_n

Addio a Bodhgaya è un romanzo di Paola Ferrero edito nel 2016 da Lettere Animate. Clicca qui per acquistarlo su Amazon.


ABSTRACT


Addio a Bodhgaya è il viaggio di Arianna a ritroso nel tempo dopo la perdita del fratellastro Lucas. Nel ripercorrere le stesse strade del loro viaggio insieme avvenuto due anni prima, la protagonista si riappacifica con la mancanza che credeva di aver superato e con i sentimenti che da sempre ha provato per lui. In un luogo descritto nei particolari, senza la poesia che di solito avvolge l’India, con la crudezza che vi si percepisce, con le difficoltà e la bellezza che le appartengono, Arianna si muove tra l’amore per Lucas e il senso di impotenza per la sua perdita, che si tramuta in un senso di impotenza più ampio. Incontrare gli occhi di un giovane tuttofare accucciato a lavare i pavimenti sarà il punto di partenza per approdare a un addio definitivo e liberatorio dai fantasmi del suo amore proibito.


L’AUTRICE – BLOG & SOCIAL


Paola Ferrero scrive sul blog personale Le storie di Clara e sul blog collettivo Recinzioni Selvagge. Seguila su Facebook!

 

Che emozioni provi leggendo l’estratto? Raccontalo nei commenti!

Ti è piaciuto questo post? Share the love!

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...