45.80

Un giorno avevo incrociato un uomo mentre aprivo il portone per rientrare. Era grosso, con la pancia che sporgeva così tanto da poter contenere un’altra persona, un gemello nascosto. Si era avvicinato e mi aveva parlato così, all’improvviso. «Venti e quarantacinque», aveva detto. Ed io ero rimasta lì ferma a fissarlo, chiedendomi come mai tutti…

Mamma

Quando alle volte da bambina aveva pianto e aveva sentito come un enorme silenzio ostile tutto intorno, ecco, quel silenzio era proprio lei, era sua madre. Altro che Ti guarda dal cielo e ti vuole bene. Altro che stare all’inferno, a soffrire, a bruciare o che cazzo ti fanno all’inferno. Scegliere di trasformarsi in un’assenza,…