Dentro ogni passo del cuore

La notte prima del tuo compleanno Scorre lento lungo la notte il tempo, e sale silenzioso sulle pareti della stanza. Spalanca il soffitto al cielo, infinito e costellato di pensieri, fissi a rimirar l’immenso, disarmante sorriso di quando sfiori le ciglia sul mio viso. La luna, bianca e luminosa è accompagnata da stelle ad incorniciarle…

We Want The Funk

Lo incontrai al piano del garage, il “-1”, nel pianerottolo davanti all’ascensore. Avevo appena parcheggiato la Camaro e con tranquillità avevo aperto la porta di metallo grigio che dal garage condominiale portava al palazzo. E me lo trovai lì davanti, che m’aspettava. Che voleva stavolta? “Forse” pensai “rompermi il cazzo e basta.” Invece Matteo mi…

Blues in Bonn

TEMPO Segnare L’evoluzione (avvicinamento alla Saggezza)   Crescere Essere il momento Senza fretta O nostalgia   Un ambiente D’azzurro   L’eterno     TRE STELLE Nella notte La saggezza -tre stelle che brillano E nessuno le guarda- Fogli e inchiostro Occhi Spenti e vivi La Forza Nella stanchezza Del riposo     SPORGERSI DA UN…

Another day in Paradise

Smisi di cercare me stesso nel mondo. Ero morto. Potevi chiedermi cosa ero diventato: sapevo bene la risposta. Ma non sarei riuscito a rispondere, se invece mi avessi chiesto chi ero diventato. Rincorrevo affannosamente il sogno di avere un giorno un sogno; un sogno da inseguire, da completare. Steso a terra osservavo il tempo trascorrere…

Spari di Luce

SPARI DI LUCE   Tra la notte e la pioggia alla ricerca del mio nemico nel palazzo buio dove mi aspettava – figura indistinta avvolta in un soprabito prima di tutto tirò fuori la pistola – proiettili spari di luce contro/dentro di me in silenzio completo – un grido non emesso per la luce che…

Lo spettatore

SPARI DI LUCE – PARTE PRIMA: LO SPETTATORE   CANTO I LO SPETTATORE   Fermo – La Vita che mi scorre accanto (in Indifferenza Totale)   Immobile / Paralizzato – Dal Movimento circondato Né raggiunto né toccato   Paralizzato / Cristallizzato – Roccia nel torrente Vola la corrente Senza (fermarsi a) notarmi Troppo rapida Erosione…

Visioni Caotiche

SPARI DI LUCE – PARTE SECONDA: VISIONI CAOTICHE   CANTO IV MANIGLIE D’OTTONEFREDDO   Corridoio                                                     IO Desolazione                                                          Cieco Bendato da Un drappo viola Occhi cavi Aperti / chiusi Avanzare tentoni Attutire                                                                      nessun Il rumore dei passi                                           colore Su un                                                               per chi è Tappeto                                                                    nato Color cielo                                                  cieco NON POTER VEDERE NON POTER SAPERE PERDERSI…

Universi Paralleli

SPARI DI LUCE – PARTE TERZA: UNIVERSI PARALLELI   CANTO VIII INNO AD UN ALTRO UNIVERSO   Là dove termina l’orizzonte (nel punto di fuga) È nato un Universo Dentro al nostro Tutto è diverso laggiù C’è posto per me e per te laggiù Vieni con me (Imperi in decadenza, ritrovare l’Eden) Regni che crollano…

Cuore in Fiamme

SPARI DI LUCE – PARTE QUARTA: CUORE IN FIAMME   CANTO XIII 22/06/04   – INSONNE Passerò la notte sveglio A sporcare questi fogli Col mio rancore Col mio dolore La solitudine La mia follia Distese sul letto Come compagnia VIVERE NELLA PAURA VIVERE NEL DOLORE (il dolore è un rifugio) (la depressione un mantello)…

Luoghi Senza Memoria

SPARI DI LUCE – PARTE QUINTA: LUOGHI SENZA MEMORIA   CANTO XXII RITORNO: ORME SULLA SABBIA   Vento che si alza Sabbia che ondeggia [granelli in aria] Ondeggia il mare Parla scrosciando blu Il passato   Il sole malato Brucia –È una corda Intrisa Di benzina– Una miccia [l’Universo in esplosione]   Impronte sulla sabbia…

Sogni

SPARI DI LUCE – PARTE SESTA: SOGNI   CANTO XXVII   Un grosso Cane bianco Peloso e rapido Latrante Salta fuori Dove prima Non c’era Nulla Dall’altra parte Della recinzione A guardia Di un edificio Di disciplina Scolastico / militare ? Mentre una vecchia Sporca e lacera Vende fiori Seduta su una pietra Giace Lì…

… ad aspettare l’alba

SPARI DI LUCE – PARTE SETTIMA: …AD ASPETTARE L’ALBA     CANTO XXXII POETA   Profeta di falsità Ti risvegli Dal tuo torpore   Dov’è il tuo Dio Vecchio / ingiallito Accantonato quando Non serve più?   Va’ a cercarlo smetti di torturarle queste pagine non voleranno via in cerca di libertà      …

… e i raggi di sole si fecero preziosi

Se cammini distrattamente per le stradine della Garbatella Vecchia in qualche soleggiato pomeriggio di primavera, nei momenti in cui il sole picchia più forte, verso le tre diciamo, e non guardi bene dove vai, allora potresti inciampare, e cadendo scivolare nei sogni antichi e avventurosi di persone vissute secoli prima di te… Era una casetta…

Lettera d’amore, caffè e nostalgia di un Arcano Minore

Fioca. La luce è fioca. La stanza è densa di fumo bigio. Forse dovrei aprire la finestra. La finestra, già. Fuori non si vede nulla. Fuori si vede troppo. Piove. Piove sull’asfalto, sui lampioni, sui neon rossi e sugli alberi maestosi. Piove su chi passa per strada. Tergicristalli. Il suono. Il suono della pioggia. Che…