Il mio capo è stato risucchiato da un buco nero

Tempo sospeso, inseguendo il personaggio di un racconto che si vorrebbe vivere, invece di essere su un treno che ti porta a un lavoro, che poi alla fine sei fortunato lo stesso perché puoi guadagnare, uscire la sera a cena, andare al cinema e comprarti anche un nuovo telefonino ogni tanto.
Cadorna, stazione di Cadorna, annuncia la voce registrata. Apertura porte a destra.
Da quel lato Carlo si fionda, alzandosi e con un sol gesto chiudendo il lettore elettronico, infilandolo in borsa e aggrappandosi al corrimano vicino alla porta. Esce, guarda l’orologio, sempre in ritardo, sempre in ritardo. Corre verso le scale mobili più vicine, le risale sfruttando il corridoio lasciato libero sulla sinistra, arriva ai tornelli della stazione e passa la tessera con l’abbonamento per farli aprire. La borsa ben stretta in mano per non farla incastrare, poi via di nuovo, svoltando a sinistra per imboccare l’uscita più vicina a via Carducci. Sale le scale saltando due gradini per volta, con il fiatone e lo stress che lo avvicina all’infarto già di prima mattina; appena uscito improvvisamente si trova di fronte un enorme gorilla gigantesco, che lo scaraventa di nuovo giù nel mezzanino.

Luca alzò gli occhi dal libro che stava compilando con il suo primo incarico, usando la funzione di dettatura vocale, più comoda che scrivere tutto il giorno a mano.
Questo non l’ho pensato io! Che significa? Mah, avrò sbagliato qualcosa, forse un pensiero che ha interferito…non sono ancora pratico. Utilizzando una speciale gomma fornita con il libro, il ragazzo cancellò la riga incriminata, continuando il lavoro.

 


 

«Signor Ferri, il suo amico ha ragione, il nostro software è effettivamente un po’ datato, ma il problema è che abbiamo un database molto ricco e quindi si era deciso di prediligere la stabilità agli aggiornamenti, proprio per non creare problemi ai…»
«Sì sì, ma vorrei comunque valutare i costi per il cambiamento, magari a questo punto pensiamo a varie piattaforme e facciamo un’analisi dei rischi e dei benefici.» Naturalmente quando il capo dice facciamo, intende fate.
Una collega, responsabile della comunicazione, interviene alzando la mano. «Presidente, penso che questo sia un lavoro molto complesso, da calendarizzare in un momento successivo, siamo già impegnati nella release dell’applicazione per Android e iPhone che richiede molta cura e molte risorse…»
«Sì, ma fare la valutazione non vi costa nulla, suvvia! Almeno sapremo se vale la pena o no» ribadisce il capo, fermo nelle sue convinzioni.
«Poi ad aggiornare il sito che ci vorrà?»
In quel momento il tavolo della sala riunioni si trasforma in un buco nero che inghiotte selettivamente soltanto il Signor Ferri, tra gli applausi dei presenti.

Luca si fermò di nuovo. Neanche questo l’ho scritto io…o forse l’ho pensato? Beh se lo meriterebbe…ma no, mi sembra strano. Meglio sentire Chiara…

 


 

CHE LIBRO È?

“La Teoria del tutto” di Daniele Savi è un romanzo in bilico tra fantasy, fantascienza e grottesco ambientato a Milano. Si tratta di un’opera in crowdfunding sulla piattaforma Bookabook che verrà pubblicata solo raggiunti i 150 preordini. Vuoi saperne di più? Leggi un’anteprima e informati sui prezzi!

 


 

RECENSIONE DELL’ANTEPRIMA

Era tutto già scritto. No, non da un dio o dal destino. Da un gruppo di disoccupati pieni d’immaginazione, con un ufficio nel sottosuolo, regole complicatissime e libri che vengono scritti con la forza del pensiero. Ma da quando Luca diventa uno Scrittore del Tutto (suona meglio di Scrittore delle cose più importanti, no?) qualcosa cambia, e a Milano cominciano a scatenarsi eventi folli e improbabili, con edifici che si autodistruggono e statue che prendono vita. Cosa sta succedendo?

Lo scopriremo solo se il libro raggiungerà i 150 preordini e verrà pubblicato.

Cosa pensi di questa teoria? La nostra vita potrebbe essere influenzata da personaggi misteriosi, un po’ come nel film “I Guardiani del Destino”? Scrivilo nei commenti!

Ti piace l’idea di questo romanzo ambientato in una Milano imprevedibile? Condividi e aiuta questa strana storia a diventare realtà!

Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

  1. Daniele Savi ha detto:

    Grazie per la recensione! Per qualsiasi informazione sono a disposizione 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...